Love your Cashmere

Cura e Manutenzione del Cashmere

Per un buon lavaggio a mano: lava a mano in acqua tiepida con un detergente delicato di qualità. Lascia in ammollo per circa 15-30 minuti.
 Premi il capo con un leggero “massaggio”, non torcere e non sfregare. Risciacqua con acqua pulita alla stessa temperatura del lavaggio.

Per un buon lavaggio in lavatrice: lava in lavatrice con programma delicato per capi di lana a 30°; meno di 30° è controproducente, perché le particelle di sporco non si dissolvono, a più di 30° la fibra rischia di rovinarsi.

Centrifuga in lavatrice a bassi giri, asciuga steso in piano, non appendere. Se vuoi, quando è quasi asciutto metti il capo 2 minuti
 in asciugatrice a bassa temperatura, asporta manualmente la fibra in eccesso (fenomeno pilling) con una spazzola morbida
 o con l’apposito pettinino.

Stiralo con ferro 
a vapore
 a temperatura media.

Nelle prime fasi di utilizzo di un capo in puro cashmere si può manifestare un esubero superficiale di fibra chiamato comunemente “pilling”. Il pilling è quel particolare processo che conduce alla formazione di piccoli pallini irregolari di fibre chiamati “pills”.

Questi pallini si formano a causa di meccanismi di sfregamento o attrito, e non sono da considerarsi un segno di minore qualità del cashmere, ma una naturale conseguenza dell’utilizzo. Dopo due o tre lavaggi la peluria in eccesso si disperderà per lasciare posto al “cuore” della fibra. Puoi asportare manualmente la fibra in eccesso con l’aiuto di una morbida spazzola
 o con l’apposito pettinino.

Nelle mezze stagioni e nella stagione calda i capi in puro cashmere sono maggiormente esposti all’aggressione delle tarme che sono “golose” di questa pregiata fibra. Conserva il filo
 di scorta fornito insieme al capo perchè è prezioso per eventuali piccole riparazioni.

Custodisci
 i tuoi capi lavati
 e puliti in scatole
 o sacchetti ermetici e nelle mezze stagioni, quando ancora stai utilizzando i tuoi capi. 

Tieni sempre nell’armadio un buon antitarme tipo Orphea, appeso e senza contatto diretto con i capi e per rimuovere l’eventuale effetto peeling, basterà utilizzare un apposito pettine.

Cura e Manutenzione del Cashmere

Cura e Manutenzione del Cashmere.

Il Cashmere non teme l’acqua tiepida…anzi, un lavaggio a mano, restituirà ai vostri capi la loro freschezza senza alterarne la morbidezza.

Come mantenere nel tempo le caratteristiche originali dei tuoi capi? 5 consigli, un unico amore:

  1. Non portate la vostra maglia per più di 1/2 giorni di seguito, per lasciar riposare la fibra, materia viva e naturale. Dopo averla usata una giornata intera farla riposare in piano.
  2. Lava i tuoi capi a mano con sapone neutro delicato. Rovesciali prima di metterli in ammollo in acqua fredda o tiepida (massimo 30°). Usa molta acqua per il risciacquo e tampona i capi con un asciugamano asciutto, senza torcerli;
  3. Stendili su un piano in un luogo ben areato e lontano da fonti di calore. Attenzione: la luce diretta del sole li danneggia. Assolutamente mai appenderli!
  4. Una volta asciutta, (se necessario) stirare la maglia al rovescio, con ferro tiepido (usando il programma per lana) ed interponendo un telo umido.
  5. Tieni sempre nell’armadio un buon antitarme, appeso e senza contatto diretto con i capi e per rimuovere l’eventuale effetto peeling, basterà utilizzare un apposito pettine.
Fashion By Origin - Le Origini

Fashion By Origin

Fashion By Origin Giovanni Canessa | DUVET è un brand integramente e orgogliosamente made in Italy. Giovanni Canessa | Duvet è stato lanciato nel 2015

Leggi Tutto »
Cura e Manutenzione del Cashmere

Love your Cashmere

Cura e Manutenzione del Cashmere Il cashmere ama l’acqua E dopo il lavaggio? Cos’è il pilling? E al cambio di stagione? Il cashmere ama l’acqua

Leggi Tutto »
Il Cashmere Loro Piana

Il Cashmere Loro Piana

Il Cashmere Loro Piana – Loro Piana è il maggior trasformatore di cashmere e baby cashmere del mondo occidentale. I lotti più nobili e fini

Leggi Tutto »